Home / Test Drive / Audi Q7
Audi Q7 Test Drive Front

Audi Q7

Il Capostipite Sportivo

UDINE – L’Audi rinnova il SUV che ha creato un genere, quello dei grandi fuoristrada sportivi, il Q7. Il veicolo tedesco è disponibile con 2 Motori Turbodiesel (3000 da 218 o 272 cv, 4000 da 435 cv) o con 1 Motore Ibrido Turbodiesel + Elettrico (3000 da 374 cv), negli allestimenti Base, Business, Sport Plus, Business Plus.

Gli Esterni

Audi Q7 Front

Audi Q7 Rear

Esternamente, rispetto al vecchio modello (che in quasi 10 anni ha venduto oltre mezzo milione di esemplari in tutto il mondo), la nuova Q7 è di soli quattro centimetri più corta, ma le linee tese e le forme slanciate la fanno apparire più compatta di quanto le sue dimensioni (505 cm di lunghezza, 197 di larghezza, specchietti esclusi, e 174 di altezza) comporterebbero. Il frontale acquisisce il nuovo family feeling di casa Audi: grandi fari trapezoidali dalle linee tese, una imponente mascherina anch’essa trapezoidale a lamelle cromate. Posteriormente la muscolosità del frontale la ritroviamo anche nella coda: gruppi ottici che nelle forme e dimensioni ricordano quelli anteriori, un grande lunotto vetrato, due baffi integrati nel paraurti che inglobano, fra le altre le luci retromarcia, i terminali di scarico integrati nel paraurti.

Gli Interni

Audi Q7

Gli interni del SUV Tedesco spiccano anche per l’abbondanza di sistemi elettronici: dal cruscotto virtuale, facilmente configurabile, all’ head-up display, fino alla interfaccia che gestisce navigatore e sistemi multimediali. Tra i sistemi di sicurezza, invece, spicca il Traffic Jam Assistant: nella marcia in coda, fino a 65 km/h, accelera e frena l’auto e la mantiene in corsia. Per i tecnici tedeschi è il passo immediatamente precedente alle vetture a guida automatica. Altri sistemi riguardano la gestione dello sterzo nelle manovre di retromarcia con un rimorchio agganciato (questa funzione è abbinata al gancio di traino) e il dispositivo contro l’investimento di pedoni. Grazie ai due posti a scomparsa nel baule, l’abitacolo può ospitare fino a sette persone: i sedili sono dotati di sistema di ripiegamento elettrico e ben rifiniti. I sedili centrali, per parte loro, possono scorrere di 13 cm e si richiudono per formare un tutt’uno col piano di carico quando si viaggia solo in due: in questo modo si riescono a caricare oggetti lunghi anche oltre due metri.

Il Test Drive

Audi Q7 Test Drive Front

Audi Q7 Test Drive Rear

Ed ora il momento del test drive: l’Audi Q7 provata è stata la 3000 TDI 272 cv Quattro Tiptronic Business Plus da 87133 € (Prezzo di Listino). L’Audi mette mano al SUV con cui ha creato un genere, rendendolo ancora più sportivo ed elegante rispetto alla precedente generazione. La Q7 su strada, nonostante le dimensioni importanti, si guida molto facilmente, ha uno sterzo sempre pronto e maneggevole, il cambio automatico tiptronic è di facile impugnatura e intuitivo nell’uso. Stupefacente è il 3000 Turbodiesel nella potenza da 272 cv. Questo motore, disponibile anche nella potenza da 218 cv e nella versione ibrida da 374 cv, è un fulmine di potenza, silenziosità e brillantezza, permettendo alla Q7 di avere prestazioni da supercar sia su strada asfaltata che nel fuoristrada, grazie alla inossidabile trazione integrale Quattro di casa Audi.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: si va da 63100 € della 3000 TDI 218 cv Base per arrivare a 106550 € della 4000 TDI Business Plus 7 Posti (Diesel); si va da 86000 € della 3000 TDI E-Tron Base per arrivare a 90180 € della 3000 TDI E-Tron Business Plus (Diesel Ibrido).

Bruno Allevi

L’auto in oggetto, un usato, è stata provata presso la Concessionaria “Autostar” di Udine

Per configurare la tua Audi Q7 CLICCA QUI

Next Prev
Audi Q7 Front 
Audi Q7 Rear 
Audi Q7
Audi Q7 Test Drive Front
Audi Q7 Test Drive Rear
Next Prev

Check Also

Peugeot 5008 Test Drive Front

Peugeot 5008

Da Monovolume a SUV in un batter d’occhio TERAMO – La Peugeot presenta sul mercato …

Kia Optima SW Test Drive Front

Kia Optima

Una vettura davvero Optima GORIZIA – Kia presenta sul mercato italiano la sua ammiraglia, la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *